Sulla base della mia esperienza, ho notato che la maggior parte dei clienti, inizialmente, tende ad associare:


  1. Il marketing con la pubblicità.
  2. La comunicazione con gli strumenti e le attività pubblicitarie.
  3. Gli strumenti o i canali/media pubblicitari con le strategie di marketing e di comunicazione.

In verità, la pubblicità rappresenta solo una minima parte del marketing. La pubblicità a sua volta è una minima parte della comunicazione. Le attività, i supporti, i canali e i media pubblicitari rappresentano invece solo la parte finale del Marketing e della Comunicazione.

Occorre innanzitutto chiarire che la parola “marketing” è termine ambiguo, nel senso che nella realtà le aziende attribuiscono alla funzione Marketing le competenze più disparate, dalla direzione generale dell’attività commerciale alla semplice preparazione dei cataloghi, dalla ricerca dei dati di mercato alla progettazione tecnica dei prodotti.
Una definizione si può comunque dare appoggiandosi alla letteratura e alla migliore pratica.
Il marketing come funzione ha il compito principale di migliorare la forza commerciale aziendale, prima acquisendo informazioni dal mercato, e poi realizzando strategie competitive mirate.

In tal senso e a partire dalla mia esperienza nella PMI e filtrandola attraverso studi personali, libri e diverse risorse web, ho redatto una breve sintesi contenente i concetti più significativi, da conoscere e tenere a mente per orientarsi e approcciarsi a questi due documenti.

  • Guida al Piano di Marketing
  • Guida Piano di Comunicazione

    Scarica la guida: